phone icon0523 1997201 - Cell. 388 890 5626
divider

Notizie legali

separator

In caso di legittimo impedimento del difensore è legittima la comunicazione a mezzo PEC ai sensi dell'art. 420 ter comma 5 c.p.p.

Legittimo impedimento del difensore e comunicazione a mezzo PEC

/ 0 Commenti /

In caso di legittimo impedimento del difensore è legittima la comunicazione a mezzo PEC ai sensi dell’art. 420 ter comma 5 c.p.p.

Cassazione penale, sentenza 18 marzo – 27 aprile 2021, n. 15868

La Suprema Corte ritorna sulle modalità di comunicazione del legittimo impedimento del difensore, ed, in particolare, sulla legittimità o meno della comunicazione a mezzo PEC.

La Cassazione conferma l’indirizzo già espresso nella precedente pronuncia n. 21981/2020.

La Corte ha precisato che allorquando occorra apprezzare la ritualità dell’istanza di rinvio per legittimo impedimento deve farsi riferimento all’art. 420 ter comma 5 c.p.p. che prescrive la tempestività della comunicazione, a prescindere dalla sua modalità di trasmissione.

Ragion per cui una volta che si accerti che l’istanza sia stata regolarmente ricevuta dalla cancelleria del giudice, questi ha l’obbligo di prenderla in esame.

L’onere che incombe alla parte istante è, infatti, unicamente quello di verificare che l’istanza trasmessa a mezzo pec sia pervenuta in cancelleria, ma non anche di controllare i passaggi interni all’ufficio del giudice, in forza dei quali l’istanza sia posta alla sua diretta cognizione.

Una recente pronuncia di diverso orientamento.

Recentemente su quest’ultimo punto si era diversamente pronunciata la Seconda Sezione Penale della Cassazione che con sentenza n. 13789/2021, pur ritenendo che

  • l’impedimento del difensore può essere rilevato anche d’ufficio,
  • lo stesso può essere tratto da ogni elemento disponibile, comunque lo stesso giunga alla conoscenza del giudice,
  • dunque l’impedimento del difensore può anche essere trasmesso con modalità atipiche, ovvero con la posta elettronica,

tuttavia specificava che

  • mentre il deposito in cancelleria, essendo una modalità di comunicazione “tipica”, esonera il richiedente dall’onere di verificare che l’istanza giunga effettivamente a conoscenza del giudice,
  • la richiesta inviata tramite posta elettronica non onera il giudice a prenderla in considerazione, se non quando la stessa sia portata a sua effettiva conoscenza.

Secondo quest’ultimo orientamento, quindi, il difensore, magari impedito a causa di grave malattia, avrebbe l’onere di accertarsi che la cancelleria porti effettivamente la comunicazione alla conoscenza del giudice.

Una pretesa davvero poco convincente.


Iscriviti alla newsletter in fondo alla pagina per seguire i miei articoli e rimanere aggiornato.

Se ti informi puoi conoscere, tutelare e difendere i tuoi diritti.

Se l’articolo ti è piaciuto commentalo e condividilo.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Guida in stato di ebbrezza e avviso al difensore

Confisca veicolo ed esito positivo della messa alla prova

Truffa contrattuale: cos’è e quando si perfeziona?

Stupefacenti: la Corte Costituzionale abbassa la pena minima edittale

La non punibilità per particolare tenuità del fatto è rilevabile d’ufficio

Sequestro preventivo penale e trasferimento immobile al coniuge

Tenuità del fatto e impugnabilità della sentenza dibattimentale

Intercettazioni telefoniche: quelle con l’avvocato sono sempre vietate?

Resistenza a pubblico ufficiale: ammessa la costituzione di parte civile del Comune

Art 131 bis cp: i requisiti dell’opposizione alla richiesta di archiviazione per particolare tenuità del fatto

Violenza sulle donne e stupri: vittima e aggressore mai più faccia a faccia

Giudizio abbreviato: la riduzione di pena della metà da poco in vigore è retroattiva

Guida stato di ebbrezza alcolica con sinistro stradale : comparazione tra aggravanti e attenuanti

Giudizio abbreviato: nel caso in cui non venga illegittimamente ammesso, il Giudice dibattimentale deve concedere la riduzione di pena prevista per tale rito

 

separator

Nessun commento

separator

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per permettere una migliore fruizione dei suoi contenuti. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close