phone icon0523 1997201 - Cell. 388 890 5626
divider

Notizie legali

separator

In materia di affidamento dei figli vanno assicurati tempi di frequentazione con i genitori idonei a garantire una salda relazione affettiva con entrambi

Affidamento e tempi di frequentazione tra genitori e figli

/ 0 Commenti /

In materia di affidamento dei figli, nell’interesse superiore del minore e nel rispetto del principio della bigenitorialità, devono essere assicurati tempi di frequentazione con i genitori idonei a garantire una salda relazione affettiva e una stabile consuetudine di vita con entrambi.

Tra i requisiti di idoneità genitoriale da valutare relativamente alla posizione del genitore collocatario rientra anche la capacità di preservare la continuità delle relazioni parentali con l’altro genitore.

Cass. Civ., sez. I, sentenza 8 aprile 2019 n. 9764.

Il caso riguardava una separazione tra coniugi ove il Tribunale decideva un affidamento condiviso della figlia minore (in tenera età) ad entrambi i genitori, con collocamento presso la madre, stabilendo che il padre potesse vederla e tenerla con sé a fine settimana alterni, ossia ogni quindici giorni.

La Corte di appello decideva sull’impugnazione proposta dal padre confermando le modalità di visita dello stesso.

Quest’ultimo, quindi, ricorreva in Cassazione impugnando il provvedimento nella parte in cui non venivano previsti tempi di permanenza infrasettimanali della figlia presso di sé, e, quindi, di frequentazione con la minore in misura tendenzialmente paritetica rispetto a quelli di permanenza presso il genitore collocatario (la madre), così da consentire, nella stabilita congrua assiduità dei rapporti, anche, l’esercizio della comune responsabilità genitoriale.

La Suprema Corte accoglieva il ricorso, annullava la sentenza e rinviava alla Corte d’Appello in diversa composizione per una nuova decisione sulla scorta dei principi di diritto richiamati.

La Corte di Cassazione aveva già più volte affermato che nell’interesse superiore del minore, deve essere assicurato il rispetto del principio della bigenitorialità, da intendersi quale presenza comune dei genitori nella vita del figlio, idonea a garantirgli una stabile consuetudine di vita e salde relazioni affettive con entrambi, nel dovere dei primi di cooperare nell’assistenza, educazione ed istruzione (ex multis: Cass. 23/09/2015 n. 18817; Cass. 22/05/2014 n. 11412).

La Cassazione richiama, inoltre, la pronuncia della Corte di Strasburgo che aveva già avuto modo di affermare che al fine di garantire in modo effettivo l’osservanza ed il rispetto della frequentazione tra genitore e figlio, secondo quanto previsto dall’art. 8 della Convenzione Edu, i singoli Stati non si devono limitare a controllare che i figli possano incontrare i propri genitori o avere contatti con loro, ma devono prevedere un insieme di misure preparatorie che, non automatiche e stereotipate, permettano di raggiungere questo risultato.

La Suprema Corte censura, altresì, la decisione della Corte d’Appello nella parte in cui non vengono motivate, alla luce dei predetti principi, le ragioni che avrebbero indotto ad escludere una frequentazione infrasettimanale con il padre, e le ragioni di indegnità o di incapacità del padre di prendersi cura della figlia.

La Cassazione coglie anche l’occasione per ricordare che tra i requisiti di idoneità genitoriale da valutare relativamente alla posizione del genitore collocatario rientra anche la capacità di preservare la continuità delle relazioni parentali con l’altro genitore a tutela del diritto del figlio, alla bigenitorialità, e ad una crescita equilibrata e sana.

Leggi la sentenza


Iscriviti alla newsletter in fondo alla pagina per seguire i miei articoli e rimanere aggiornato.

Se ti informi puoi conoscere, tutelare e difendere i tuoi diritti.

Se l’articolo ti è piaciuto commentalo e condividilo.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Mantenimento dei figli ed esercizio del diritto di visita

Cancellazione di ipoteca e separazione: il trattamento tributario

Ordine protezione abusi familiari e ricorso per separazione

Diritto di visita figli: bigenitorialità non vuol dire stesso tempo insieme

Il diritto all’indennità del trattamento di fine rapporto percepita dal coniuge

Assegnazione casa coniugale: cosa succede in caso di pignoramento?

Divorzio: effetti della morte del coniuge sulla domanda di mantenimento

Dieta vegana figli: se i genitori sono in disaccordo chi decide?

Spese straordinarie mantenimento figli: quali sono e quali devono essere preventivamente concordate con l’altro genitore.

Mancato pagamento del mantenimento del coniuge: paga lo Stato.

Assegno divorzile: ex coniuge che non si sposa ma inizia una nuova convivenza perde il diritto al mantenimento?

Comunione dei beni tra coniugi e costruzione di immobile

separator

Nessun commento

    separator

    Lascia un commento

    Questo sito utilizza i cookie per permettere una migliore fruizione dei suoi contenuti. Maggiori informazioni

    The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

    Close