phone icon0523 1997201 - Cell. 388 890 5626
divider

Notizie legali

separator

I balconi in condominio non sono beni comuni e le spese di rifacimento degli stessi non possono essere ripartite tra tutti i condomini.

Balconi in condominio: beni comuni o di esclusiva proprietà dei condomini?

/ 0 Commenti /

I balconi in condominio appartengono ai proprietari dei rispettivi appartamenti e le spese di rifacimento degli stessi non possono essere ripartite tra tutti i condomini, ad eccezione del caso in cui gli stessi rechino rivestimenti esterni pregiati o fregi decorativi tali da determinare una chiara funzione estetica.

Tribunale di Roma, sentenza n. 20202/2019.

Il caso riguardava una delibera assembleare con la quale un Condominio decideva di suddividere, al 50% con i singoli proprietari, le spese inerenti i lavori straordinari per il rifacimento delle facciate e dei balconi dello stabile.

Uno dei condomini, tuttavia, impugnava la delibera sulla base del fatto che i balconi del palazzo non avevano valore artistico e, pertanto, dovevano essere considerati di proprietà esclusiva degli appartamenti cui accedevano, con la conseguenza della illegittimità della ripartizione delle spese deliberata dal Condominio.

Quest’ultimo, invece, riteneva che i frontalini dei balconi e la parte inferiore degli stessi, avendo caratteristiche uniformi, assolvevano ad «una precisa funzione estetica e di decoro», rendendoli di fatto dei beni comuni

Il Tribunale in sentenza provvedeva a richiamare la giurisprudenza di legittimità, secondo cui i balconi aggettanti costituiscono dei «prolungamenti delle corrispondenti unità immobiliari» e, di conseguenza, appartengono alla proprietà esclusiva dei rispettivi proprietari.

Ne consegue che gli oneri di manutenzione devono essere sopportati esclusivamente da costoro, salvo l’ipotesi in cui «i balconi rechino rivestimenti esterni pregiati o fregi decorativi ed ornamentali sì da conferire al fabbricato un profilo estetico più gradevole», dovendo considerarsi in tal caso comuni a tutti i condomini.

Il Tribunale, alla luce della perizia espletata in corso di causa, riteneva che i balconi in oggetto non presentassero i predetti requisiti di valore estetico e, pertanto, li considerava quali beni privati, con la conseguente nullità della delibera assembleare che aveva fissato criteri di riparto di spese inerenti beni di proprietà esclusiva dei singoli condomini.


Iscriviti alla newsletter in fondo alla pagina per seguire i miei articoli e rimanere aggiornato.

Se ti informi puoi conoscere, tutelare e difendere i tuoi diritti.

Se l’articolo ti è piaciuto commentalo e condividilo.


Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Patrocinio a spese dello Stato e inammissibilità dell’azione in ambito civile

Vendita di immobili: difformità edilizia e validità del contratto

Vendita garanzia per vizi e decorrenza termine prescrizionale

Clausola contratto di locazione e limiti alle spese per il conduttore

Bolletta acqua va pagata in caso di consumo anomalo e spropositato?

Contatori: contestazione consumi e onere della prova

Abbonamento a servizio telefonico non richiesto e risarcimento del danno

Raccomandata, prova del suo contenuto e interruzione della prescrizione

separator

Nessun commento

    separator

    Lascia un commento

    Questo sito utilizza i cookie per permettere una migliore fruizione dei suoi contenuti. Maggiori informazioni

    The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

    Close